domenica 2 settembre 2012

PIZZA ALLA CAMPOFRANCO

La pizza alla campofranco è un’altra tipica pizza rustica napoletana, di cui esistono anche versioni leggermente diverse aggiungendo nel ripieno anche del salame o del prosciutto. Si racconta che fu inventata da un monsù nell’800, cioè da un cuoco francese al servizio dei nobili napoletani (in francese “signore” si dice monsieur, ma i napoletani li chiamavano monsù). Si tratta di una pizza ripiena con un impasto che somiglia a una briosche, ma la caratteristica principale è che nell’impasto viene usato lo strutto. Volendo si può alleggerire usando del burro o della margarina al posto dello strutto.

Ingredienti per l’impasto della pizza:

500 gr di farina
150 gr di strutto
4 uova
1 cubetto di lievito di birra fresco
3 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di zucchero

Ingredienti per il ripieno della pizza:

1 barattolo di pomodori pelati
500 gr di mozzarella fior di latte o provola
50 gr di formaggio grattugiato
1/2 cipolla
Sale
Olio
pepe

Preparazione:

Cominciamo dall’impasto della pizza.
Sciogliamo il cubetto di lievito di birra in ½ bicchiere di latte tiepido, impastiamo con 100 gr di farina, facciamo così un panetto morbido che mettiamo a lievitare per 1 ora. Questo primo impasto viene definito “lievitino” che servirà a far lievitare tutta la pizza. Trascorsa l’ora mettiamo tutta la restante farina in una grossa ciotola e uniamo lo strutto ammorbidito fuori dal frigo, le uova, il sale, lo zucchero, il panetto di lievitino che abbiamo preparato precedentemente e impastiamo bene il tutto, se risultasse troppo duro, asciutto, aggiungere ancora qualche cucchiaio di latte o di acqua, l’impasto deve risultare morbido e che si stacchi dalle pareti della ciotola o dal piano di lavoro. Ottenuto l’impasto ottimale mettiamolo a lievitare già nella teglia oliata in cui desideriamo cuocerla e far lievitare per circa 2 ore. Intanto che la pizza lievita prepariamo il ripieno facendo soffriggere la cipolla affettata nell’olio, aggiungiamo i pomodori pelati tagliati a pezzetti e schiacciati con una forchetta, saliamo e pepiamo, lasciamo cuocere per 15/20 minuti lasciando asciugare il sugo che non deve risultare acquoso.
Una volta lievitato l’impasto facciamolo cuocere in forno caldo a 200° per circa 40/50 minuti. A cottura ultimata sforniamo , facciamo raffreddare un pochino e poi tagliamolo a metà per farcirlo prima con uno strato sottile di pomodoro, sopra poi la mozzarella o la provola a fettine, una spolverata di formaggio grattugiato, qualche foglia di basilico. Ricopriamo con l’altra parte di pizza, e cospargiamo sulla superficie ancora sugo, mozzarella, parmigiano e basilico, in pratica bisogna condirla come la classica pizza margherita.
Cuocere il tutto ancora 10 minuti in forno caldo (bisogna che si sciolga la mozzarella prima di servire).

Variante:

in questa variante la pizza viene farcita prima di cuocerla. Una volta preparato l’impasto pizza si mette a lievitare per 2 ore, poi si divide l’impasto in 2 parti e si stende. Con una parte si fodera una teglia unta e si farcire con sugo di pomodoro, fettine di mozzarella, parmigiano, basilico. Si mette sopra la seconda parte di impasto e si mette a lievitare ancora 1 ora. Quindi si stende sopra il sugo, la mozzarella, il parmigiano e si inforna per circa 40/50 minuti a 200° a seconda del forno.

1 commento:

  1. Ciao, hai un blog meraviglioso!Sono una fan adesso. Grazie!

    RispondiElimina